WOODY ALLENamento: 3. Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere)


Per me Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso* (*ma non avete mai osato chiedere) (Everything You Always Wanted to Know About Sex* (*But Were Afraid to Ask) di Woody Allen, 1972) è il film più grottesco e trash di Woody, il più folle, di una genialità diversa dagli altri suoi film, orientata più ad esagerare e stupire che a far ridere.
Sarà perché è suddiviso in capitoli ma mi sembra che abbia qualcosa di boccaccesco, di novellistico e farsesco, oltre che uno spirito da commedia erotica italiana anni '70, di quelle con Pippo Franco ed Edwige Fenech, e da b-movie anni '50 con mostri posticci fatti di cartapesta (in questo caso una mammella gigante e spietata!).

Il fatto che uno come Woody Allen parli di sesso in un suo film è già di per sé motivo di ilarità perché Woody è il complessato, l'imbranato con l'altro sesso per eccellenza, il padre di tutti i nerd degli approcci erotico-sentimentali, ma d'altro canto il sesso è sempre stato uno dei temi centrali della sua filmografia e solo uno come lui (e solo negli anni '70!) poteva farne un film così libero e strambo senza scadere nel cattivo gusto fine a se stesso (rischio che Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso sfiora in vari momenti).

Qui il sesso viene deriso, reso pacchiano e paradossale, diventa un gioco ridicolo e bizzarro, una pratica kitsch senza limiti; le trovate di Woody a volte fanno ridere ma a volte sono davvero troppo stupide e non sense.

Tra i sette episodi, annunciati da titoli sotto forma di domanda, (1. Gli afrodisiaci funzionano? 2. Che cos'è la sodomia? 3. Perché alcune donne faticano a raggiungere l'orgasmo? 4. I travestiti sono omosessuali? 5. Cosa sono le perversioni sessuali? 6. Gli studi sul sesso sono affidabili? 7. Cosa succede durante l'eiaculazione?) i miei preferiti sono sicuramente il secondo, con uno strepitoso Gene Wilder nei panni di un medico perso d'amore per una pecora; il terzo, in cui Woody, nel ruolo di un poco credibile italiano con moglie frigida, sembra voler omaggiare Fellini e Antonioni, e il settimo, con un Woody Allen-spermatozoo in tutina bianca diventato assolutamente un'icona della storia del cinema comico.

Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso non è il mio film preferito di Woody, oscilla sempre tra l'ironia e l'idiozia, ma bisogna osare vederlo almeno una volta nella vita!




Commenti

  1. Non l'ho mai visto ma ho letto la sceneggiatura, esilarante!!

    RispondiElimina
  2. L'ultimo episodio è tra le cose più esilaranti mai viste! Un genio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, l'ultimo episodio è decisamente un cult, Woody-spermatozoo fa morir dal ridere :D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

WOODY ALLENamento: 2. Il dittatore dello stato libero di Bananas

I Love Books: 138. Hygge - La via danese alla felicità

I Love Books: 40. Diari (di Sylvia Plath)

La Donna della Domenica: 4. Natalie Portman