Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

Quello che Girls ha significato per me

Immagine
2012 - 2017. Ho aspettato un po' prima di vederla, non ero pronta all'addio, ma adesso è fatta, ce l'ho fatta. FINITA. La sesta e ultima - ULTIMA - stagione di Girls ha chiuso qualcosa dentro di me, un flusso di libertà solidale e femminista che proverò a tenere sempre con me. Perché Girls non è solo una serie tv nel mucchio, ma una modalità di pensiero, una manifestazione plateale di indipendenza, un'occasione unica per salvarsi. Quello che Girls , Lena Dunham e la sua Hannah Horvath hanno rappresentato per me provo a dirvelo con qualche parola chiave. Libertà : sessuale, corporea, verbale, estetica, lavorativa, esistenziale. Quella di Hannah è una vita aperta, esposta a correnti di incontri, scontri, errori, eccessi, esperienze. Vulnerabile per questo, non sempre funzionante, ma anche estremamente autentica. Un inno all'autodeterminazione, alla strafottenza nei confronti del giudizio, all'espressione del sé fisico e psichico. Hannah è una Nuda V

I Love Books: 141. Una vita come tante

Immagine
La vastità è difficile da commentare, pertanto anche per questo romanzo dividerò le mie considerazioni in due parti: 5 ragioni per leggerlo e 5 ragioni per non leggerlo (solo così posso esprimere la mia soddisfazione e il mio disappunto, entrambi della stessa entità e in perfetto equilibrio!). 5 ragioni per leggere Una vita come tante : 1 ) Si legge benissimo e scivola via, pagina dopo pagina, senza alcuna discontinuità e con impeto sempre acceso. Tutto ciò a dispetto di una mole ingombrante (ho pesato il libro, siamo intorno ai 1200 gr) che fa tremare i polsi per lo sforzo e gonfiare i bicipiti durante il sollevamento. È, sopra ogni cosa, scorrevole: dote fondamentale e per niente scontata in un libro di questa taglia. 2 ) È un libro eroico : sfida le odierne esigenze di leggerezza, sfida i formati più ergonomici e alla moda, sfida la brevitas, recupera il canone ottocentesco e ne fa contenitore di scrittura senza limiti, senza soggezioni editoriali. Chi ama leggere corposi

Ho aperto un sito 💗 (e volevo dirlo anche qui)

Immagine
(Concedetemi un piccolo momento promozionale...) Il blog l'ho trascurato un po' negli ultimi tempi, ma per una buona causa: una settimana fa ho aperto e lanciato un sito web.💗 Si chiama www.editingescrittura.it   e dal suo nome ben poco ermetico potete capire cosa ci trovate dentro: è un piccolo posto con il cuore in cui ci si prende cura delle parole e si crede fermamente nella buona scrittura. Minimale, pulito, monopagina e animato da un credo evergreen: le parole sono importanti . Un atto d'amore in formato petite (come me!) per la scrittura e le sue necessità troppo spesso, ahimè, trascurate. Sentimenti letterari e cuori palpitanti a parte, offro servizi di correzione e stesura di testi di varie tipologie, online e offline.  Mi rivolgo agli scrittori, ma anche alle aziende, ai piccoli business, ai giornali, agli studenti alle prese con la tesi di laurea, a chiunque voglia evitare la sempiterna guerra contro il foglio bianco o il foglio pieno di refu