Au revoir Annie!


Ricordo che un paio d'anni fa, dovendo preparare per l'università un esame di ben 12 cfu su Luchino Visconti (compresa ovviamente TUTTA l'ampia filmografia) ebbi un attimo di paura ed esitazione, un sospetto di noia e pesantezza che mi avrebbe accompagnata durante la preparazione dell'esame, un timore reverenziale verso questo storico, colto, barocco, complesso, enorme regista italiano: non lo conoscevo bene e l'idea che avrei avuto a che fare con lui giorno e notte mi coglieva alla sprovvista.
Che sorpresa quando poi mi sono riscoperta, pagina dopo pagina, film dopo film, coinvolta, commossa, esaltata, innamorata della sua opera; ho divorato come fosse un libro d'avventura la sua immensa biografia, ho guardato i suoi film con gratitudine e fanatica ammirazione, ho scoperto cose bellissime, eleganze inarrivabili, perfezioni formali che mai più ho rivisto al cinema.
Tra le scoperte più interessanti ci sono state le donne di Luchino, le sue attrici, tutte bellissime, profonde, disperatamente sensuali.
Annie Girardot, scomparsa ieri all'età di 79 anni, fu una di loro, una vera e propria folgorazione per me in Rocco e i suoi fratelli (di Luchino Visconti, 1960), dove interpretava la prostituta Nadia.
Occhi grandi, viso bellissimo, ora acceso ora addolorato, sguardo furbo e coraggioso, raffinatezza francese, grande capacità recitativa, questa donna ci ha regalato alcune tra le scene più struggenti della storia del cinema e io non potrò mai più scordare il montaggio alternato tra Rocco che combatte sul ring e l'immagine di lei all'idroscalo con il suo cappotto bianco e la borsetta nera, il litigio furioso con Simone, le urla strazianti, le braccia aperte come fosse crocifissa, le coltellate che la uccidono. Un'epifania del dolore, dell'amore divenuto odio rabbioso, della passione più nera che si possa ricordare.
Ed è così che voglio ricordarla, all'apice della bravura, nel film forse più bello in cui abbia mai recitato. Indimenticabile Annie...

Commenti

  1. hai un blog molto interessante, complimenti!

    RispondiElimina
  2. grazie :D
    Seguo con piacere anche il tuo blog!

    RispondiElimina
  3. Una grandissima attrice.
    Sicuramente ci ha lasciato ricordi indelebili.

    RispondiElimina
  4. Splendido blog, è un piacere leggerti.

    RispondiElimina
  5. Grazie toupie! Mi fa tanto piacere quello che dici!
    Anche il tuo blog mi piace, poetico e con tutte quelle belle immagini "vintage"!

    RispondiElimina
  6. Margherita, ma mi fai fare la figura del figlio della serva senza rispondermi neppure di striscio!?
    Guarda che ti iscrivo al club delle bottigliate insieme al Cannibale! ;)

    RispondiElimina
  7. eheheheh, non rispondo sempre ai commenti,a volte mi limito a leggerli con piacere!
    Il tuo commento era una constatazione (che condivido) e non c'era da aggiungere altro!
    Cercherò di essere più reattiva la prossime volta ;D

    RispondiElimina
  8. Ahahahha non vorrei fare la parte del rompicazzo, dato che dalle mie parti vige la regola del pane e salame, ma visto che mi sembri yeah non volevo perdere l'occasione di un confronto, anche a partire da una constatazione! ;)
    Ad ogni modo, passa dalle mie parti quando vuoi, followa anche, magari!

    RispondiElimina
  9. ahahahha grazie per lo "yeah"!
    Passerò da te più spesso ora che sono diventata tua follower e sarò più disponibile al confronto post-constatazione ;D

    RispondiElimina
  10. Perfetto, allora via ai confronti!
    Yeah! ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Serie tv Netflix: 4. Anne with an E

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

Buona vigilia!

I Love Books: 26. Il Circolo Pickwick

I Love Books: 40. Diari (di Sylvia Plath)

I Love Books: 60. L'idiota