Il mio parere su Drive


Oggi è la festa della donna e parlo di un film visto ieri sera che, volendo dire una cosa un po' superata e demodè, piace soprattutto ai maschietti, o almeno credo: Drive.

A me non è piaciuto affatto e non (solo) perché sono donna. L'ho trovato lento nel senso letterale del termine, cioè proprio rallentato, un film d'azione in cui le scene di azione sono "inattive" e avvengono soprattutto in ralenti, con uno stile cadenzato in cui anche la più brutale delle ammazzatine sembra un balletto di danza classica.

La bella colonna sonora vagamente anni '80 su titoli di testa color rosa-evidenziatore, i lunghi silenzi iniziali carichi di tensione particolare si perdono per strada e dal film ricercato che mi aspettavo di vedere sono passata ai soliti rombi di motore e alle raffiche di spari che tanto mi annoiano al cinema. Cambia lo stile ma il contenuto è sempre quello.

Ryan Gosling, celebrato ovunque come il punto di riferimento più alto del cinema contemporaneo recente, come il nuovo non plus ultra della recitazione di qualità, a me non sembra tutto questo gran fenomeno. Tra l'altro ha una faccia piuttosto commerciale e scontata.
Nei panni di un driver-meccanico-stuntman timido e taciturno mi è parso credibile e capace ma il suo personaggio, così mitizzato nella blogosfera e nel web fino a diventare un super-eroe iconico con il suo giubbino tamarro con scorpione, non mi ha lasciato dentro nessun residuo da cinema indelebile, non mi ha disarmato. Al contrario mi ha infastidito il suo mutismo autistico talmente forte e calcato da farlo sembrare spesso inanimato, una sorta di imperturbabile e disumana macchina (non a caso!).
Carey Mulligan tanto graziosa quanto caratterialmente scialba in questo film.

Riguardo alla trama, avevo già visto storie simili in mille altri film, di quelli che poi danno su Rete 4 in seconda serata, quelli di rapine a mano armata, litri di sangue, inseguimenti di macchina rocamboleschi e una bella pupa da proteggere.
Un po' di rosso pulp alla Tarantino, un po' di solenne violenza alla Scorsese, un po' di commento sonoro straniante alla Kubrick e viene fuori un déjà vu, una minestra riscaldata in salsa danese (di tale nazionalità è il regista Nicolas Winding Refn).
Ditemi voi dove sta il genio in tutto questo, spiegatemi l'entusiasmo virale riguardo a Drive perché io non l'ho colto.

Un film di culto per chi legge QuattroRuote ;)

Commenti

  1. Sono d'accordo solo in parte. vado con ordine:
    1) I titoli fucsia fatti con i caratteri scelti da Picasa sinceramente mi facevano cagarissimo
    2) Musica OK
    3) Lentezza: hai ragione
    4) Mix tra Chuck Norris e film d'autore, un po' sì.. roba già vista, direi Sìììì. Direi un remix di roba già vista.
    5) Il Ryan. Dissento. La faccia imbambolata e le movenze da macchina secondo me rendono perfettamente l'idea di quel personaggio che alla fine è una persona veramente disturbata e mezza autistica, totalmente priva di amore nella propria vita, e al tempo stesso determinato e pronto a tutto quando un po' di quell'amore lo sfiora da vicino.
    Io non sono fan di Ryan Gosling a prescindere, è carino ma non impazzisco per lui fisicamente, però ho visto diversi suoi film e lo trovo dotato. Se guarderai Blue Valentine non potrai che essere d'accordo con me! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "caratteri scelti da Picasa" ahahahahah :D
      Siamo pressoché d'accordo su tutto eccetto su Ryan, che con quella faccia da pesce lesso ha avuto il potere di farmi innervosire!
      Blue Valentine l'ho visto e mi è piaciuto ma a distanza di tempo mi ricordo più Michelle Williams che lui. Mi sa che ho proprio un problema personale con questo attore!

      Elimina
  2. Margherita, a questo punto, dopo Hugo Cabret e Drive, non posso che bottigliarti fortissimo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahiaaaa :( Ok una bottigliata da parte tua me la merito visto che ho smontato pezzo per pezzo molti dei film che hai amato :)

      Elimina
  3. A me è piaciuto, ma non l'ho trovato "divino" come invece è successo per molte altre persone che lo hanno visto.
    Confermo la lentezza, ho adorato però la colonna sonora e alcune sequenze magistrali, soprattutto quella del bacio in ascensore.
    Insomma, un bel film ma non così folgorante, almeno per me :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco,brava, ridimensioniamolo e riportiamolo sulla terra questo Drive :D

      Elimina
  4. Non è la storia il punto di forza di questo film (come dici tu è roba già vista), ma la regia. Refn ha fatto un film volutamente lento in cui a tratti esplodono sequenze memorabili (tra tutte quella dell'ascensore). Allo stesso modo la recitazione di Gosling (che personalmente - momento frivolo - trovo molto figo) è volutamente trattenuta: il suo personaggio non parla ma agisce. In più la colonna sonora a mio parere è perfetta.
    Tra i film dello scorso anno è uno di quelli che ho preferito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si la regia è senza dubbio ricercata ma quando guardo un film del genere cerco anche un po' di adrenalina e di azione a livello di storia in senso stretto e questa cosa mi è mancata. Sulla colonna sonora concordo, è molto bella :)

      Elimina
  5. Concordo con te. Un film sopravvalutato, lento da far paura. Tutto il tempo si aspetta che accada qualcosa, che lui si cambi o che cambi almeno espressione. Niente. Anche la famosa scena dell'ascensore, sangue e ossa rotte per niente. Lui, che ho visto nel simpatico "Crazy, stupid, love", è il classico "brutto di faccia, può andare di corpo". C'è di meglio, in tutti i sensi.

    RispondiElimina
  6. ma nooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    evito polemiche solo perché è la giornata della donna :)
    comunque se c'è un film che non è giocato su rombi di motore e spari è proprio questo!
    e la lentezza è voluta, per far crescere l'attesa e la tensione che esplode in momenti incredibili, come la pazzesca scena dell'ascensore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh...La lentezza sarà pure voluta ma in certi momenti andavo in ipnosi da tedio estremo :D

      Elimina
  7. Non credo che 'Drive' sia un capolavoro, però secondo me è un bel film. Forse è sopravvalutato, nel senso che chi lo esalta probabilmente non ha ben presente (ad esempio) la filmografia di Michael Mann: 'Drive' non vale 'Collateral' e nemmeno 'Miami Vice', però va detto che ci si avvicina parecchio: il tono e la realizzazione sono molto 'manniani' (si può dire?), nel senso che la bellezza e le atmosfere del film non sono certo dovute alla storia in sè (effettivamente alquanto banale), bensì alla confezione, quella decisamente 'extraluxe'.
    Insomma, 'Drive' è un film di grande fascino, e la bravura del regista sta proprio nel rendere affascinanti le situazioni 'normali': la regìa di Refn riesce sapientemente ad instaurare in chi guarda quel senso di 'straniamento' e inquietudine che è il succo di questa pellicola. E a questo contribuisce non poco la recitazione 'fisica' e crepuscolare di Ryan Gosling: non è affatto facile una parte del genere! A me ha ricordato molto il Toni Servillo de 'Le conseguenze dell'amore': un uomo 'normale' costretto a fare i conti con un 'qualcosa' più grande di lui 'solo' per dar retta ai propri sentimenti... la sua faccia cupa e disillusa vale ben più di mille dialoghi.
    Insommma, 'Drive' non è certamente il film più bello dell'anno, e sicuramente è un film 'maschile' (questo è un dato di fatto). Però non può dirsi un film sbagliato.
    Io almeno la vedo così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me più che Toni Servillo ha ricordato un pesce lesso lobotomizzato ahahahahah!No, a parte gli scherzi, sul fatto che non sia un capolavoro hai perfettamente ragione (Collateral è un Capolavoro, dici bene!); sulla regia riconosco la stoffa ma in quanto a intrattenimento spettatoriale puro e semplice dal mio punto di vista lascia molto a desiderare!

      Elimina
  8. Cavolo, non ci troviamo d'accordo neanche con Drive.
    L'ho trovato davvero bello. Un film come non ne vedevo da un po' e Ryan Gosling mi è piaciuto molto in questo ruolo.
    Stupendissima la scena dell'ascensore.

    RispondiElimina
  9. I saw this movie last week and I loved it!!

    :)
    xx

    http://daydreamfrenzy.blogspot.com/
    http://daydreamfrenzy.blogspot.com/
    http://daydreamfrenzy.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. Oh cavolo Marge, come mi ferisci...XD
    Io amo Drive, per me il film del 2011. E non amo le macchine (Per me la mia pandina 1100 benzina è super) e amo Sex and the City (per farti capire che non sono mascolina!). Ma Drive è un film intenso, vivo e con una magistrale interpretazione di Gosling...Mi è piaciuto in ogni dettaglio.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Quello che Girls ha significato per me

I Love Books: 141. Una vita come tante

Ho aperto un sito 💗 (e volevo dirlo anche qui)

La Donna della Domenica: 4. Natalie Portman

I Love Books: 138. Hygge - La via danese alla felicità

Serie tv Netflix: 2. The OA