Chi l'ha visto?* 1. The Private Lives of Pippa Lee

(*Ho pensato ad una nuova rubrica a scadenza libera che tratti di quei film passati in sordina o sfrecciati via lasciando poche tracce o scomparsi nel nulla o intravisti da pochi attenti cultori o mai arrivati nel nostro paese. Film di fama non planetaria, di quelli che si dice "Mmm, ne ho sentito parlare..." senza averne un'idea precisa o di quelli per cui si dice "Non lo conoscevo!" o di quelli per cui solo pochi cinefili diranno "L'ho visto!".
Chi l'ha visto? è un riferimento allo stato "fantasma" di questi film ma è anche una domanda che pongo a voi sperando in una risposta e in molteplici avvistamenti!).


Forse qualcuno avrà sentito parlare di questo film del 2009 di Rebecca Miller per via di un brillante cast che vede tra gli attori protagonisti Robin Wright, Winona Ryder, Keanu Reeves, Alan Arkin, Julianne Moore, Blake Lively e Maria Bello (c'è perfino un cameo di Monica Bellucci, ovviamente ridicolo!), ma forse in pochi hanno avuto modo di vederlo, anche perché in Italia il film è passato del tutto inosservato e si è portato addosso la scia di un autentico flop.

A me è piaciuto; è un film raffinato, originale, una storia tutta al femminile, la storia di una donna e delle sue varie “vite private”, dall'infanzia alla giovinezza fino all'età adulta, una sorta di woman film moderno che alterna momenti quasi comici e buffi a momenti di dramma malinconico e interiore.

Pippa Sarkissian Lee (Robin Wright), è una bella donna di mezza età sposata con l'affermato e anziano editore Herb Lee (Alan Arkin) e madre di due figli con cui ha rapporti conflittuali.
Quando, per via dell'anziano marito e della sua salute non perfetta, la coppia si trasferisce nel tranquillo Connecticut, Pippa conosce Chris (Keanu Reeves), il figlio della vicina di casa, di cui subisce il fascino misterioso. E mentre il marito la tradisce con una donna più giovane di lei (Winona Ryder), Pippa, in preda a strane crisi notturne, rielabora il suo passato, la bambina e la ragazzina che è stata, e, pezzo dopo pezzo, cerca di “ricostruire” se stessa.

C'è qualcosa di strano in questo film e chi guarda può rimanere un po' basito e destabilizzato.
The Private Lives of Pippa Lee è un film diverso, ha un'anima non classica, a tratti strana per non dire grottesca, un'atmosfera surreale semiseria che può lasciare interdetto o infastidire chi si aspetta una storia dall'impianto lineare e “aristotelico”, giustificato e credibile.
Sembra di assistere ad una sorta di scherzo, di buffa storia strampalata con personaggi quasi caricaturali.
Eppure non è un film leggero.

Diciamo che non è un brutto film, è solo un film “strano”, che esula dalla norma e che non assomiglia a nessun altro film, che usa attori di fama stellare ma in chiave minore, che parla di passato, di traumi infantili e adolescenziali in modo diverso dal solito, con un occhio ironico e sui generis, l'occhio indipendente e “diversamente abile” di una regista alternativa come Rebecca Miller.

A questo punto vi chiedo, chi l'ha visto? 

Commenti

  1. nemmeno io l'ho visto...
    la presenza di blake lively mi attira, quella di monicona bellucci un po' meno... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna la bellucci ha solo una piccola particina vagamente pulp (e riesce anche per poco ad essere ridicola!), mentre la gossip girl fa Pippa da ragazza e se la cava bene. Se ti capita prova a recuperarlo ;)

      Elimina
  2. Questo film ha tutti gli ingredienti per piacermi. Non lo conoscevo quindi graaazieee! Spero di riuscire a vederlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma di nulla Melinda! Ti avverto che è un po' sui generis come film ;)

      Elimina
  3. Risposte
    1. oooooh finalmente qualcuno che l'ha visto e l'ha apprezzato :D

      Elimina
  4. Io non l'ho visto ma ho letto il libro e mi è piaciuto tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, addirittura il libro, che bello, mi piacerebbe leggerlo :)

      Elimina
  5. Prendo nota di tutte queste informazioni!
    Grazie mille Margherita, intanto se passi da me c'è un premio per te!:)

    RispondiElimina
  6. Guardatelo è molto bello!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anonimo ma dici a me? Io il film l'ho visto, ne ho parlato nel post qui sopra!!! Probabilmente l'hai letto di sfuggita!

      Elimina
  7. Molto bello! Davvero un bellissimo film!
    Consiglio di rivederlo un paio di volte. Non è un film semplice, ci vuole almeno qualche visione per arrivare ad apprezzarlo. Io fortunatamente l'ho visto in inglese, sottotitolato così ho potuto apprezzare meglio la recitazione. L'ho visto perchè sono appassionata di Blake Lively e ho visionato circa tutto ciò che ha fatto, e questo è uno dei suoi migliori. Ho apprezzato moltissimo anche la recitazione di Herb Lee. Carino e particolare, mi aggrego al consiglio di Margherita di vederlo! ;)

    Ps: scusa il ritardo ma ho visto ora il post!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I Love Books: 145. Il racconto dell'ancella

I Love Books: 144. Mia figlia, don Chisciotte

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

I Love Books: 49. La porta

Il mio parere su Gigolò per caso

Serie tv Netflix: 3. Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi