Serie tv mon amour : 4. The Big Bang Theory


Questa è una di quelle serie di cui parlare sapendo di dire cose già note e risapute tra gli appassionati: talmente di successo, talmente forte e fortunata, talmente cool ora come ora, che non c'è patito di serie tv che non l'abbia seguita per tutte le sue quattro stagioni o che non lo stia facendo tutt'ora con estremo accanimento!
Spero però di invogliare alla visione quei pochi rimasti che non ne sanno nulla e a cui potrebbe aprirsi un mondo esilarante in grado di indurre forte dipendenza e di generare spontaneo buonumore e gran belle risate.
La formula di The Big Bang Theory è semplice ed efficace: quattro nerdazzi sfigatelli e bruttini, superdotati di quoziente intellettivo e ipodotati di savoir faire, ricercatori all'università, e una bonazza tipicamente americana, cameriera-aspirante attrice, che abita nello stesso pianerottolo, la loro vita insieme, una serie infinita di gag, situazioni, siparietti, battute memorabili.
Tra di loro spicca e predonima il personaggio di Sheldon Cooper, l'apoteosi del nerdismo, l'emblema dello scienziato genialoide asociale, paranoico, metodico, appassionato di videogame, di Star Trek, di super-eroi fumettistici e totalmente incapace di relazionarsi con il prossimo e con l'altro sesso. Un disastro umano adorabile e mitico, un antipaticone di una simpatia straordinaria, una macchietta che rimarrà nella storia dei personaggi degni di nota delle serie tv!
Una volta iniziata questa serie non potrete più farne a meno: è divertente, intelligente, brillante, buffa, originale, sceneggiata e dialogata alla perfezione, caratterizzata in modo unico e inimitabile!(I numerosi premi vinti sono la prova di tale eccellenza!).
Non aggiungo nient'altro, vi auguro solo buona visione e...BAZINGA ;-)
(Da vedere ASSOLUTAMENTE e NECESSARIAMENTE in lingua originale, mi raccomando!)

Commenti

Post popolari in questo blog

Il mio parere su Ted

WOODY ALLENamento: 2. Il dittatore dello stato libero di Bananas

I Love Books: 146. La pietra di luna

People I Hate: 2. Barbara D'urso

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

Serie tv Netflix: 2. The OA