30 giorni di libri by NullaDiPreciso

Sono troppo indecisa sulle scelte che ho fatto per quest'elenco. Sceglievo un libro e me ne veniva subito in mente un altro con cui sostituirlo e avrei potuto andare avanti così per delle ore.
Per cui eccovi un elenco scritto di getto e senza nemmeno averlo riletto, chè tanto fra poco lo vorrò cambiare ancora e ancora...

Giorno 1 - Il tuo libro preferito: Quella sera dorata di Peter Cameron. Puro piacere del leggere.
Giorno 2 - La tua citazione preferita: "Il sole è l'incubo della mia esistenza. Lo detesto. Lo detesto al mattino quando mi sveglio. Lo detesto d'estate. E' cancerogeno. Ieri stavo facendo due passi nel parco e c'era gente dappertutto, un po' come in quel quadro di Seurat. Un'atmosfera bellissima, rovinata dal sole che picchiava". (Woody Allen, Conversazioni su di me e tutto il resto). Mi fa troppo ridere e la condivido in pieno!
Giorno 3 - Il tuo personaggio preferito di un libro che hai letto: Ebenezer Scrooge di Canto di Natale di Dickens. Una divertente macchietta di cattiveria, avarizia e disumanità.
Giorno 4 - Il libro più brutto che tu abbia mai letto: credo sia Gli anni struggenti di Alberto Bevilacqua, l'ho letto molti anni fa ma ricordo che era veramente brutto e che non l'ho mai finito.
Giorno 5 - Il libro più lungo che tu abbia mai letto: credo sia Le mille e una notte. Era diviso in due tomi belli corposi.
Giorno 6 - Il libro più corto che tu abbia mai letto: forse Il Piccolo Principe.
Giorno 7 - Il libro che ti descrive: Il libro dell'inquietudine di Fernando Pessoa. Molte delle cose scritte in quest'opera sono descrizioni di me stessa.
Giorno 8 - Un libro che consiglieresti: Alta fedeltà di Nick Hornby.
Giorno 9 - Un libro che ti ha fatto crescere: Due di due di Andrea De Carlo. Mi ci sono identificata e mi ha accompagnato negli anni di crescita da universitaria fuori sede.
Giorno 10 - Un libro del tuo autore preferito: Grandi speranze di Charles Dickens
Giorno 11 - Un libro che prima amavi e che ora odi: L'alchimista di Pauolo Coelho. Durante l'adolescenza mi fece impazzire, oggi mi sembra sciocco e didascalico.
Giorno12 - Un libro che non ti stancherai mai di rileggere: Madame Bovary. E' una lettura immortalmente piacevole.
Giorno 13 - Il libro che in questo momento hai sulla scrivania: sulla scrivania nessuno ma poggiati sul letto in questo momento ho Pastorale americana, L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello e Il circolo Pickwick.
Giorno 14 - Il libro che stai leggendo in questo periodo: Il circolo Pickwick.
Giorno 15 - Apri il primo libro che ti capita tra le mani ad una pagina a caso e inserisci la foto e la prima frase che ti salta agli occhi: 

 
"Quel puntualissimo lavoratore che è l'astro solare si era appena levato e cominciava a gettare le prime luci sul mattino del 13 maggio 1827, quando il signor Samuel Pickwick balzò dal letto come un secondo sole, spalancò la finestra della sua camera londinese, e diede uno sguardo al mondo che vedeva ai suoi piedi."

Giorno 16 - La tua copertina preferita: non serve spiegare perché. (In realtà il libro è na mezza schifezza ma la copertina fa bella mostra di sè nella mia libreria!)


Giorno 17 - Il personaggio con cui ti vorresti scambiare di posto per un giorno: Dorian Gray de Il ritratto di Dorian Gray ma solo in un giorno della fase in cui è figo e godereccio.
Giorno 18 - Il primo libro che hai letto: Anna dai capelli rossi della Montgomery. Mi era stato regalato e lo portavo sempre con me, lo amavo in modo feticistico!
Giorno 19 - Un libro il cui film ti ha deluso: Jane Eyre. La versione filmica di Fukunaga mi ha deluso, ma forse perché amo tanto, troppo, il romanzo.
Giorno 20 - Un libro dove hai ritrovato un personaggio che ti rappresentasse: Un giorno di David Nicholls. Mi sono identificata molto per estetica, interessi e carattere nel personaggio di Emma.
Giorno 21 - Un libro che ti ha consigliato una persona importante per te: Libertà di Jonathan Franzen. Me l'ha passato il mio ragazzo e dopo che ho finito di leggerlo ne abbiamo parlato a lungo, come si fosse trattato di una storia e di persone reali.
Giorno 22 - Un libro che hai letto da piccolo: Piccole donne, letto e riletto sempre con grande piacere.
Giorno 23 - Un libro che credevi fosse come la gente ne parlava e invece sei rimasto o deluso o colpito: La versione di Barney. Credevo fosse qualcosa di eccezionale perché chiunque ne parlava con toni leggendari ma, sebbene non mi sia dispiaciuto, mi ha un po' deluso.
Giorno 24 - Il libro che ti fa fuggire dal mondo: Il Maestro e Margherita di Bulgakov. Folle e ipnotizzante!
Giorno 25 - Un libro che hai scoperto da poco: It di Stephen King. Ne avevo sempre sentito parlare ma solo la scorsa estate mi sono decisa a leggerlo.
Giorno 26 - Un libro che conosci da sempre: Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen. Uno di quei libri che tutti conoscono e che tutti dovrebbero leggere.
Giorno 27 - Un libro che vorresti aver scritto: La Divina Commedia. Il più grande capolavoro di ingegneria letteraria che sia mai stato scritto.
Giorno 28 - Un libro che farai leggere ai tuoi figli: Norwegian Wood di Murakami Haruki. Sarebbe uno dei libri preferiti di sempre della loro madre.
Giorno 29 - Un libro che devi ancora leggere: Il club degli incorreggibili ottimisti di Jean-Michel Guenassia. Ne ho sentito parlare bene e il titolo mi incuriosisce.
Giorno 30 - Un libro che ti ha commosso: Middlesex di Jeffrey Eugenides. Un'esperienza di lettura molto toccante.

Commenti

  1. Due di due è stato anche per me un libro della crescita, ricordo che l'ho letto tante volte e poi ho messo da parte De Carlo, anche perché non trovo che le altre sue opere siano all'altezza.
    E Norwegian Wood da fare leggere ai figli è perfetto, sono certa che anche tra dieci generazioni avrà ancora tante cose da dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, dopo Due di due De Carlo ha perso colpi sempre più inesorabilmente, sebbene ritenga che abbia un modo di scrivere, descrivere e aggettivare sempre piacevolissimo.
      Norwegian Wood dovrebbe diventare un classico per quanto è bello, ma in parte ormai lo è ;)

      Elimina
  2. Caspita...ne avrò letti forse 5 o 6. Divina Commedia a parte (chi la legge tutta?). Comunque è terribile fare una lista così, peggio che per i film o la musica. Ho appena finito di leggere "La libreria del buon romanzo" dove la lista doveva essere di 300 titoli. Così si comincia a ragionare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si la Divina Commedia non riesce nessuno a leggerla tutta e sebbene io abbia fatto Lettere all'università e l'abbia approfondita un po' di più, la conosco solo in parte, è un universo multistratificato e sempre più difficile man mano che si sale!
      Hai ragione, 30 sono fastidiosamente pochi; con 300 c'è più possibilità do scelta :)

      Elimina
  3. Il maestro e margherita è talmente folle che non sono riuscita a finirlo. ogni volta (ci ho provato 3 volte a iniziarlo) arrivavo un po' più avanti ma non sono giunta mai alla fine.
    cmq difficilissimo sto giochino...! vorrei provare a farlo ma rischio di metterci un mese :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si passiflora, Il Maestro e Margherita è folle e completamnete surreale come romanzo ma dovresti provare a finirlo, ne vale la pena! Io lo trovo divertente, magico, poetico, lo adoro!
      Si, sto giochino è un'autentica tortura :)

      Elimina
  4. Un giorno mi aspetta nella libreria da febbraio, mi impegnerò per leggerlo presto, anche perché ho visto One day e sono rimasta folgorata!
    Piccole donne è uno dei miei libri preferiti, come dimenticarlo.
    Bellissimo anche Il ritratto di Dorian Gray

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melinda, Un giorno si legge rapidissimamente, credo che te lo divorerai in pochi giorni, se non proprio in un giorno ;D
      Piccole donne e Il ritratto di Dorian Gray sono davvero due classici indimenticabili!

      Elimina
  5. grande Ebenezer Scrooge! :)
    di franzen sto leggendo le correzioni, poi mi sa che potrei passare anche alla libertà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahah deduco che passando alla libertà non vorrai leggere Libertà!

      Elimina
  6. Anch'io ho amato Due di Due; forse perchè una delle protagoniste porta il mio stesso nome (Chiara), forse perchè anch'io all'epoca ero innamorata di un Guido problematico e turbolento, ma l'ho adorato!
    Mi incuriosisce Libertà di Franzen; penso lo metterò nella prossima lista di acquisti
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirtilla l'ho adorato anch'io! Non so che effetto mi farebbe se lo leggessi ora per la prima volta, ma è uno di quei libri che ogni 18enne dovrebbe leggere!
      Libertà è una lettura molto impegnativa ma è anche qualcosa di coinvolgente e intenso. Se sei un tipo paziente nelle letture te lo consiglio ;)

      Elimina
  7. Anch'io mi riconosco abbastanza in Emma di One day... :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I Love Books: 150. Indignazione

Serie tv Netflix: Stranger Things 2

I Love Books: 147. Il mulino sulla Floss

Il mio parere su Blade Runner 2049

2 libri (+ 1 serie tv) per le vacanze estive

I Love Books: 145. Il racconto dell'ancella