I Love Books: 61. Ragione e sentimento (più film)


Dopo aver affrontato l'ermetismo e la poca immediatezza de L'idiota, ho sentito il bisogno psicofisico di un po' di freschezza e di conforto e ho optato per un'opera di Jane Austen.

Di questa Signora della Letteratura avevo letto solo Orgoglio e pregiudizio e Emma, ma tanto è bastato a farmi amare il suo garbo nello scrivere e quell'ironia, quella furbizia e quella capacità di sondare l'umanità e le sue mille peculiarità caratteriali con piglio leggiadro e mai appesantito, con toni sfiziosi e acuti.

Basta poco per capire che leggere Jane Austen non è una scelta come un'altra, che l'austenismo è uno stato mentale, un modo di sentire e di volersi sentire, di volersi bene e di donarsi delle piacevoli sensazioni; ha a che fare con qualcosa di simile alla felicità domestica, al tepore natalizio, all'ordine e alla serenità del pensiero. E' un tipo di lettura calmante perché bucolica, ma anche eccitante perché mondana e intessuta di strategie sociali.

Ragione e sentimento me lo sono goduta dalla prima all'ultima pagina, ne ho succhiato la linfa terapeutica e riscaldante mentre fuori iniziava l'inverno.

E l'ho trovato bellissimo. Più di Orgoglio e pregiudizio (a cui, non me ne vogliate, avevo comunque preferito l'adorabile Emma).

Il dualismo del titolo stavolta mi è sembrato più efficace e percepibile, un caso di perfetta antropomorfizzazione dei personaggi: Elinor e Marianne le ho sentite più vive e vere che mai, la ragione dell'una e il sentimento dell'altra li ho vissuti con autentico trasporto.

Queste due sorelle senza rendita e in età da marito, sullo sfondo della campagna inglese (e in parte della città), alle prese con amori sfortunati vissuti con modalità agli antipodi, sono entrambe ascrivibili a quel tipo di eroina letteraria brillante e indimenticabile.
Dimenticare la razionalità elegante e autoconservativa di Elinor (in cui, per ragioni caratteriali e di tipo capricornesco, mi sono identificata) o la sfrontatezza libera e passionale di Marianne sarà impossibile.
Ma anche i personaggi secondari, dai pretendenti più o meno credibili alle ricche signore chiaccherone e indiscrete, hanno una verve tridimensionale.

La classica "trama del matrimonio" (di cui parla Eugenides nel suo bellissimo romanzo omonimo) è anche in questo caso il cuore centrale della penna di Jane Austen, la grande forza centrifuga che spinge, scuote e indirizza i personaggi e le loro dinamiche relazionali.
Un topos che molti possono trovare obsoleto e tedioso, ma che io trovo intelligente ed estremamente divertente, analizzato sempre con spirito e sarcasmo dalla tutt'altro che ingenua Jane.

Entusiasta di questa bella lettura, ho deciso di recuperare anche il film di Ang Lee del '95 e devo dire che l'appagamento si è ripetuto e la componente audiovisiva si è affiancata armonicamente alla sua fonte letteraria. Bello è dire poco: Ragione e sentimento è un film pieno di grazia, un trionfo di geografia britannica, eleganza formale orientale, recitazione impeccabile, sceneggiatura (scritta dalla stessa Emma Thompson) giustissima.
Ed è anche una buona occasione per vedere un giovane e bellissimo Hugh Grant nella sua tipica veste anni '90 da timidone impacciato e adorabile.


Commenti

  1. Sarò scontata ma per me il più bello di tutti rimane Orgoglio & Pregiudizio, lo leggo spesso e non so quante volte ho visto la versione cinematografica diretta da Wright. Concordo invece con te su Ragione e Sentimento di Lee, un piccolo gioiello imperdibile per chi sente nostalgia per un certo tipo di romanticismo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica, di solito O&P è amato sopra ogni altro romanzo di Austen ed è indubbiamente bello, ma per quel che mi riguarda (e per quel poco che finora ho letto di Jane) mi sono divertita di più con Emma e con R&S.
      Il film di Wright è adorabile e riesce perfino a rendere Keira Knightley una brava attrice ;)

      Elimina
  2. Potrei leggerti per ore ed ore ed ore!
    Detto ciò Ragione e sentimento non l'ho ancora letto, ma ho visto il film che ho trovato perfetto sotto ogni punto di vista.
    Ti suggerisco la lettura di Persuasione, romanzo ricco di sfaccettature e decisamente diverso da tutti quelli della Austen. Ci ho fatto un corso monografico all'università e da allora ho iniziato veramente ad apprezzare la Austen in tutte le sue opere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie <3 <3 <3
      Proprio oggi è arrivato il mio pacchetto di Amazon con dentro Mansfield Park e, guarda caso, Persuasione (ordine fatto mentre leggevo R&S e la mia ammirazione per Jane Austen cresceva!)

      Elimina
  3. Concordo pienamente, anche a me Ragione & Sentimento è piaciuto più di Orgoglio & Pregiudizio, che comunque considero un capolavoro. E, come te, anch'io mi sono rivista in Elinor :)

    bellissimo pure il film, già che c'è Kate WInslet non poteva essere altrimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao yaxelle!
      Hai ragione, Kate nel film è una magnifica Marianne e pur essendo giovanissima era già un'attrice notevole.
      Ho trovato ottima pure Emma Thompson, un'Elinor proprio come la immaginavo!

      Elimina
  4. Adoro i romanzi della Austen che ho letto uno dietro l`altro solo poco tempo fa. Il mio preferito è Persuasione seguito proprio da Ragione e Sentimento. Emma l`ho trovato un po' irritante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Persuasione l'ho comprato e ho intenzione di leggerlo subito dopo Mansfield Park :) (Credo che li recupererò uno dietro l'altro come hai fatto tu!)
      Emma Woodhouse invece mi ha divertito tanto e mi è rimasta nel cuore!

      Elimina
  5. Non posso far altro che confermare le tue impressioni: su Elinor, sul libro e sul film.
    Alla prossima "congiunzione".

    Mary

    RispondiElimina
  6. Ho letto tutti i romanzi della Austen, li consiglio tutti e sei! E concordo con te su tutto, l'austenismo è uno stato mentale. E' un'autrice formidabile, nessuno può o riesce a imitarla e i suoi libri sono perfetti.
    Il film con Hugh Grant è da vedere e rivedere cento volte, non ci si stanca mai ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te Chiaretta! Non li ho ancora letti tutti e sei come te, ma i tre che ho letto finora mi hanno fatto capire e amare l'essenza dell'"austenismo"!
      Proprio adesso mi accingo ad inziare Mansfield Park...Sono curiosa :)

      Elimina
  7. Anche a me era piaciuto questo libro, se ti va trovi la mia recensione qui:
    http://www.peekabook.it/2012/02/sense-and-sesibility-by-jane-austen.html

    Sono curiosa di sapere cosa ne penserai di "Mansfield Park", è stato il mio primo libro della Austen e mi era piaciuto moltissimo.

    Valentina
    www.peekabook.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vengo subito a leggerla :)
      Mansfield Park l'ho appena iniziato e spero possa piacermi come è piaciuto a te. Ti saprò dire fra qualche giorno...

      Elimina
  8. Non si può non leggere la Austen secondo me, è anche lei parte della nostra educazione sentimentale. Ricordo ancora simpatici scambi di opinione al liceo tra la mia professoressa di latino e greco estimatrice della Austen e il prof di italiano, suo detrattore..:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheheh immagino benissimo la scena! Di solito gli uomini, ad eccezione degli studiosi di letteratura inglese e degli accademici, snobbano Jane Austen e in effetti è innegabile che siamo noi donne a trarre più godimento dalle sue letture. E con ciò non voglio dire che sia letteratura rosa, tutt'altro!

      Elimina
    2. ...e aggiungo: se solo gli uomini lo capissero ;)

      Elimina
  9. Capolavoro! Non saprei scegliere il mio romanzo preferito tra Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio ed Emma.... è un trittico inscindibile!
    Anche il film di Ang Lee è veramente fatto bene, Kate Winslet nei panni di Marianne è indimenticabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero Antonella!
      Il mio trittico al momento vede al terzo posto Orgoglio e pregiudizio, al secondo Emma e al primo Ragione e sentimento, ma mi riservo di leggere i restanti per fare una classifica definitiva :)

      Elimina
  10. Complimenti per la recensione e per la tua definizione di austenismo, perfetta! Anche per me O&P non è il migliore della Austen. Anche io ti consiglio Persuasione che considero il migliore (non per niente è l'ultimo se non sbaglio). Però credo sia meglio se segui l'ordine cronologico di pubblicazione (io lo faccio spesso, così mi tengo per ultimi i libri migliori, più maturi!)

    Buona giornata e grazie del commento ad After Dark di Murakami!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta e grazie di esserti aggiunta (io ti seguo già da un po'!).
      Persuasione me lo state consigliando in tante e ho già provveduto all'acquisto! Appena finisco Mansfield Park, passo a leggerlo :) (...e poi magari cambio un po' genere e mi leggo After dark ;))

      Elimina
  11. Non sono una janette, ma leggo la Austen e riesco ad apprezzarla. Ragione e sentimento ha una sensibilità più delicata di Orgoglio e pregiudizio e l'ho apprezzato per questo. Ma io su tutti preferisco sempre Emma, la creatura più vicina al temperamento della scrittrice e forse la più autentica eroina austeniana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. d'accordissimo con te! Anche per me Emma è finora la più autentica eroina austeniana, mi è rimasta nel cuore. Chissà se, proseguendo con la lettura degli altri romanzi, qualche altra creatura austeniana riuscirà a scalzarla...;)

      Elimina
  12. Ciao, mi sono appena iscritta al tuo blog. Mi chiamo Francesca, e come te adoro leggere... Piacere :)
    La Austen mi piace, e di solito me la riservo nei momenti di noia o di sconforto...
    Non ho letto però Ragione e Sentimento, né Mansfield Park, quindi sono piuttosto curiosa dopo aver letto il tuo post! :)
    Della Austen ho adorato Persuasione, è il mio preferito e te lo consiglio vivamente se non lo hai ancora letto
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca e benvenuta :)
      Nei momenti di sconforto e noia La Austen è un toccasana, hai poprio ragione!
      Mansfield Park lo sto leggendo e una volta finito ti dirò cosa ne penso ;)
      Persuasione l'ho comprato e sarà una delle mie prossime letture, sono molto curiosa!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Se mi vuoi bene regalami un libro!

Il mio parere su Carol

Il mio parere su Millennium - Uomini che odiano le donne

Il mio parere su Chiamami col tuo nome

People I Hate: 2. Barbara D'urso

La Donna della Domenica: 4. Natalie Portman