Tranquilli, è solo l'inverno

Aprendo i quotidiani on line da un paio di giorni leggo notizie allarmate ed inutilmente esagerate sulla straordinaria ondata di gelo che sta attraversando la nostra mite nazione: numeri, temperature, previsioni, confronti. Nulla di nuovo, ogni anno la stessa storia, le stesse parole, gli stessi allarmismi, gli stessi articoli congelati e congelanti. Non capisco tutto questo gran chiasso, è solo il solito, caro, vecchio, canuto INVERNO! Tutto è nella norma, tutto è assolutamente regolare visto che siamo a dicembre, tutto è perfino splendido e d'atmosfera, al punto che mi dispiace stare in Sicilia (dove al massimo pioviggina e fa un po' più freddo del solito, anche se oggi, a dispetto del mito, la temperatura è piuttosto bassa) anzichè in mezzo a tetti, strade, alberi spolverati di neve, imbacuccata in sciarpone calde e stivali di pelliccia, con la punta del naso e le gote arrossate dal gelo! Sarà che si avvicina Natale e che ne vivo in pieno fin da bambina lo stereotipo (quello in stile spot Coca-cola!), fatto di casette con il camino acceso, alberi addobbati perfettamente e maglioni di lana lavorati a mano con un disegno di renne, ma tutto questo nevicare e fare freddo mi piace e mi riscalda, rende vero e tangibile l'inverno gelido delle fiabe, quello rigido e affascinante dei romanzi di Dostoevskij, le bufere di neve inglesi guardate dalla finestra dei romanzi di Charlotte Bronte, la neve leggerissima e ghiacciata creata da Edward mani di forbice, il bosco tutto bianco e innevato de Le cronache di Narnia...L'inverno è bello, seducente, confortante, sarebbe ora di smentire il mito vitalistico e trionfante dell'estate, l'ossessione e l'attesa spasmodica del sole rovente e della pelle riarsa; d'estate si muore, di caldo. Quanto è infinitamente più bello il bianco dell'inverno?

Era Lei, La Neve

E un mattino
appena alzati, pieni di sonno,
ignari ancora,
d'improvviso aperta la porta,
meravigliati la calpestammo:
Posava, alta e pulita
in tutta la sua tenera semplicità.
Era
timidamente festosa
era
fittissimamente di sé sicura.
Giacque
in terra
sui tetti
e stupì tutti
con la sua bianchezza.


E.Evtusenko

Winter twilightphoto © 2010 Renate Dodell | more info (via: Wylio)




Winter, Solna Church, Uppland, Swedenphoto © 1890 Swedish National Heritage Board | more info (via: Wylio)

Winterphoto © 2010 Markus Ram | more info (via: Wylio)

The Cathedral of Christ the Saviour in winter haze (2006-01-021)photo © 2006 Vyacheslav Argenberg | more info (via: Wylio)

Snowed In Cabinphoto © 2008 Cecil Sanders | more info (via: Wylio)


Snow in Alnwickphoto © 2006 Andy Armstrong | more info (via: Wylio)

Philly Snow Storm Feb. 6, 2010photo © 2010 Kevin Burkett | more info (via: Wylio)


December Snow Stormphoto © 2008 Tim Schapker | more info (via: Wylio)

Commenti

Post popolari in questo blog

I Love Books: 150. Indignazione

Il mio parere su Blade Runner 2049

I Love Books: 147. Il mulino sulla Floss

Serie tv Netflix: Stranger Things 2

2 libri (+ 1 serie tv) per le vacanze estive

I Love Books: 145. Il racconto dell'ancella