Il "gioco freddo" dei Coldplay si scalda


Chi come me ha adorato per anni il Chris Martin pallido e malinconico dalla voce struggente capace di inciderti il cuore, rimarrà in parte deluso nell'ascoltare il nuovo variopinto album Mylo Xyloto e nel ritrovare l'etereo britannico in versione super cool, super gasata, super solare, quasi disco-dance.
Ebbene si, Mylo Xyloto fa ballare, scioglie i legamenti e scuote i muscoli, crea un automatico impulso di movimento e saltello in chi lo ascolta e ciò stupisce e delude al tempo stesso: che fine ha fatto quella deliziosa sensazione depressa e romantica che si provava ascoltando certi pezzi, da Trouble a The Scientist, da Yellow a Green Eyes? Dov'è la solita poesia melodica e delicata, la voce sussurata e tenera, lo struggimento in puro stile Coldplay? In parte è svanito e il mio lato incline al solitario e doloroso romanticismo alla giovane Werther se ne rammarica. Eppure tutto questa ventata positiva e cromaticamente accesa, i motivetti belli svegli e frizzanti, gli oh oh oh fieri e solenni da stadio, non mi dispiacciono e quando metto le cuffie alle orecchie il mio iPod pompa e diffonde vibrazioni incoraggianti e inni alla gioia.
Inutile dire che pezzi come Every teardrop Is a Waterfall e Paradise hanno uno straordinario appeal acustico e rimangono in mente e in corpo che è un piacere (è da una settimana che vado in giro canticchiando stonatamente Para-para-paradise oh oh oh oh!), pure scariche di adrenalina musicale. Una svolta per i timidi Coldplay, una decisione che si era già intuita in Viva la Vida e che adesso ha preso completamente piede, facendoli scatenare in ritmi caldi e accesi.
La tavolozza di tonalità fredde alla Coldplay si mescola ai colori fluo ma non cede completamente al technicolor: ci sono ancora ballad in stile classico come Us Against The World in grado di calmare la foga e rendere romantico chi ascolta.
In conclusione, la parte spensierata, vitale e movimentata di Mylo Xyloto (in pratica, a parte rare eccezioni, tutto l'album) non sarà romantica e poetica, non sarà profonda e intimista ma ha grinta e carattere da vendere, ha stile, un nuovo stile, devo ammetterlo.
L'unica cosa che non perdonerò mai ai Coldplay e l'aver chiamato quella grandissima tamarra di Rihanna per la canzone Princess of China: come hanno potuto loro, così delicati, colti e sensibili, mischiarsi al rivoltante mondo kitsch e quasi porno di Rihanna? E la cosa buffa è che quel pezzo alla fin fine mi piace pure!

Ecco come sono per me le 14 tracce:

1) Mylo Xyloto: magica atmosfera introduttiva di 42 secondi con il suono di delicatissimi xiloti, ops xilofoni.
2) Hurts Like Heaven: accelerata, da ascoltare mentre si pedala a tutta velocità la propria bici.
3) Paradise: incoraggiante, un coro di oh oh oh automotivazionali che esplode dentro. La mia preferita.
4) Charlie Brown: prima il suono di vocine buffe, forse dei Peanuts, poi sembra la sigla di un cartone animato anni '90 e ci si aspetta la voce di Cristina D'Avena da un momento all'altro.
5) Us Against The World: sognante ballata alla Chris Martin di una volta.
6) M.M.I.X.: brevissima traccia dai toni digitali e spaziali.
7) Every Teardrop Is a Waterfall: dance, energica, pulsante, con cornamuse elettrizzanti. Impossibile non ballare.
8) Major Minus: grintosa e orecchiabile, cantata come da un megafono, falsetti, uh uh e ah ah immancabili.
9) U.F.O.: delicata, dolce melodia sospesa di breve durata.
10) Princess of China: un incipit di oh oh oh urlati in puro nuovo stile incitatorio Coldplay su base dance e poi la coltellata, la voce di Rihanna. Tutto sommato è orecchiabile, forse una delle più orecchiabili e distinguibili.
11) Up in Flames: dolce falsetto di Chris Martin che culla ma non commuove.
12) A Hopeful Transmission: 33 secondi di suono ritmico e corale.
13) Don't Let It Break Your Heart: altro incoraggiante inno alla gioia pienamente nello stile dell'album.
14) Up with the Birds: qui Chris Martin mi fa pensare a Louis Armstrong, non so perché.

Commenti

  1. I Coldplay, ahimè, non esistono più.. quelli di una volta almeno. che dispiacere.

    RispondiElimina
  2. ho l'EP blue room dei coldplay prima che uscisse il loro primo disco. li ho amati e li ama ancora. E non sono d'accordo con chi pensa che si sono fermati ai primi due dischi. X&y e viva la vida mi sono piaciuti ugualmente. Qui però si sono presentati davvero male. Every drop è accettabile "a pèarte quella chitarrina impresentabile" e paradise è ORRIBILE. Nonostante questo, do loro ancora credito ed ho preso a scatola chiusa il disco, che ancora non mi è arrivato. spero fino alla fine che non mi deludano! ti farò sapere :)

    RispondiElimina
  3. Ma... ma perché proprio con Rihanna?!
    Perchè?! é.è

    RispondiElimina
  4. quando diventano famosi....non riesco più ad ascoltarli, cambiano loro o cambio io!?!??!

    RispondiElimina
  5. @stargirl: quelli di una volta è vero, non esistono più, ma questi nuovi personalmente non mi dispiacciono.

    @stefanostrong: ascoltalo e poi dimmi!Io paradise la trovo carinissima invece :)

    @barbara: me lo chiedo anch'io?Cosa c'entrano i coldplay con rihanna???bah...

    @cirano: beh i coldplay sono famosi già da un pezzo!Se intendi dire che adesso vendono più dischi rispetto agli esordi più di nicchia allora si, sono cambiati!

    RispondiElimina
  6. i cambiamenti per quanto mi riguarda sono sempre i benvenuti. c'è però chi è capace di farli inventandosi cose sempre nuove, come i radiohead, e chi invece mette dentro qualche elemento diverso (ma neanche tanto) e finisce per suonare poco ispirato, come secondo me i coldplay.
    l'unica scelta davvero coraggiosa è stata inserire la voce di rihanna, che per me è una delle parti migliori del disco

    RispondiElimina
  7. Per me invece il pezzo con Rihanna è il vero tradimento da parte dei Coldplay, na coltellata! Però ahimè sono costretta ad ammettere che è orecchiabile.

    RispondiElimina
  8. Ho amato i Coldplay di Parachutes.Poi,prevalentemente,sono state delusioni.Attendo di ascoltare anche questo,ma senza speranze.

    RispondiElimina
  9. Io che non sono un fan dei Coldplay sono stato subito attirato dalle atmosfere gioiose e orecchiabili di Every teardrop.. e Paradise, che sono diventate di sicuro le mie canzoni preferite dei Coldplay. Ascoltando il disco però mi sono reso conto che è piuttosto povero.!

    RispondiElimina
  10. Se non conosci tanto i Coldplay e vuoi gustarteli al loro massimo ti consiglio di ascoltare gli album Parachutes e A Rush of Blood to the Head!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il mio parere su Ted

WOODY ALLENamento: 2. Il dittatore dello stato libero di Bananas

I Love Books: 146. La pietra di luna

People I Hate: 2. Barbara D'urso

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

Serie tv Netflix: 2. The OA