Rifugio anti-cinepanettone: 5. A Christmas Carol


Amo immensamente Dickens, ho scoperto l'amore per la lettura leggendo i suoi romanzi e immergendomi nelle vite dei personaggi straordinari che ha creato e nelle avventurose atmosfere inglesi in cui li ha immersi.
A Christmas Carol è un classico natalizio di Dickens, perfetto da leggere durante il periodo delle feste, magari al calduccio sotto le coperte mentre fuori soffia un vento freddo, ma per chi non ama la lettura il film d'animazione di Robert Zemeckis del 2009 è una validissima alternativa.

L'avaro e solitario Ebenezer Scrooge, che odia il Natale e il prossimo e ama solo il denaro, ha le azzeccate fattezze digitali di Jim Carrey, così come i tre fantasmi del Natale passato, presente e futuro che gli vanno a far visita la notte della vigilia.
Il bello di questo film, rispettosissimo dell'originale dickensiano e raffinatissimo dal punto di vista grafico, è la sua parte dark e quasi horror, la sua patina notturna e gotica, il prevalere del terribile ammonimento morale sull'aspetto natalizio e festoso. Fa veramente paura e in alcune parti, complice il 3D, inquieta e tramortisce come se i fantasmi uscissero dallo schermo e ammonissero direttamente chi guarda. E' animazione Disney ma pensata per un pubblico adulto e magari anche un po' cinico.
Carrey è bravissimo ed espressivo pure in versione cartoon; il ritmo è serrato, avventuroso, instancabile e rende il film un vero e proprio viaggio in tre dimensioni diverse e a tre dimensioni.
Lo stile tipicamente dickensiano è vivissimo anche esteticamente, con scorci panoramici di una Londra innevata e ottocentesca da togliere il fiato.
L'invito alla riflessione è fortissimo: c'è un po' di Scrooge e di tirchieria affettiva in ognuno di noi e se non vogliamo ritrovarci soli e tristi alla vigilia di Natale e alla vigilia della fine conviene essere fin da subito più altruisti e benevoli, chè poi sennò ci vengono a perseguitare i fantasmi!

Un film del Natale passato, da vedere o rivedere anche nel Natale presente e futuro.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

I Love Books: 144. Mia figlia, don Chisciotte

WOODY ALLENamento: 2. Il dittatore dello stato libero di Bananas

Serie tv Netflix: 4. Anne with an E

I Love Books: 143. Moby Dick

Ho aperto un sito 💗 (e volevo dirlo anche qui)