Rifugio anti-cinepanettone: 3. Basilicata coast to coast


Questo film di natalizio non ha proprio nulla, anzi è estivo nel clima e nell'anima, ma avendolo visto per la prima volta una paio di sere fa e avendolo trovato leggero e carino come piace a me, ho pensato di inserirlo nel mio rifugio cinefilo delle feste.

Si tratta di una stramba commedia on the road diretta da Rocco Papaleo, che ne è anche attore protagonista insieme ad Alessandro Gassman, Paolo Briguglia, Max Gazzè e Giovanna Mezzogiorno; un'allegra brigata canora made in Basilicata che decide di attraversare la regione dalla costa tirrenica a quella ionica in un percorso a piedi di circa dieci giorni alla volta di Scanzano, sede di un festival della canzone locale.
I quattro uomini sono tutti musicisti dallo stile poetico e popolare al tempo stesso, sognatori e scoglionati ognuno a modo suo; la donna che li accompagna con una telecamera a mano è una giornalista strana e scorbutica che prima li tratta con annoiato distacco poi si unisce alla loro causa e si accorda al loro modo di essere.

Se avevate come me dei dubbi sulla reale esistenza della Basilicata questo film non solo li dissiperà ma vi mostrerà scenari lucani bucolici e incontaminati, paesaggi soleggiati e aspri da togliere il fiato. Vi farà venir voglia di mollare auto e mezzi di trasporto moderni per riscoprire il piacere lento dell'andare, del passeggiare, del guardare, dello strimpellare, se sapete suonare. Vi farà venir voglia di estate, di vita nomade e selvatica, di accampamenti sotto le stelle e fuochi attorno a cui cantare insieme. Vi farà sentire liberi e spensierati, un po' poeti un po' viandanti come i protagonisti. Vi rilasserà perché è un film privo di ansia ed è un ansiolitico per chi lo guarda; la recitazione nemmeno si avverte e sembra di assistere ad un filmino spontaneo tra amici.

E poi c'è una musica che è tutta un programma, ironica e amara, grezza e lirica, profonda e terra terra; il pezzo più bello è sicuramente quello finale, quello dell'arrivo ritardatario al Festival di Scanzano, quello che fa:
Ba-ba-ba-basilicata, tu che ne sai, l'hai vista mai? Basilicata is on my mind... con la voce e l'accento lucano d.o.c. di Rocco Papaleo.

Se Cristo avesse visto questo film non si sarebbe fermato a Eboli!

Commenti

  1. Questo è un film che è nella mia lista "Da vedere", devo rimediare quanto prima!!!
    Intanto grazie per il promemoria :)

    RispondiElimina
  2. non è piaciuto nemmeno a me ... troppe idee e troppi spunti più o meno buoni resi male

    RispondiElimina
  3. l'ho visto qualche tempo e l'ho trovato carino, leggero ma non troppo, come i migliori film italiani.
    Decisamente meglio di qualsiasi cinepanettone comunque:-)
    ciao

    RispondiElimina
  4. Eh si, decisamente meglio (che poi non ci vuole nemmeno tanto!) Ciao Mirtilla :)

    RispondiElimina
  5. Vado contro corretnte.... a me è piaciuto molto. Viene voglia di andare a vedere quei posti.. camminando

    RispondiElimina
  6. è vero, viene voglia di fare lunghe camminate nella natura dopo aver visto il film!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I Love Books: 150. Indignazione

Il mio parere su Blade Runner 2049

I Love Books: 147. Il mulino sulla Floss

Serie tv Netflix: Stranger Things 2

2 libri (+ 1 serie tv) per le vacanze estive

I Love Books: 145. Il racconto dell'ancella