Sogni geografici

In questi giorni di tempeste di merda mediatiche e di valanghe di figure pietose sul nostro bel paese ridotto molto ma molto male, sogno viaggi lontani e posti mai visti dove vorrei vivere e camminare, angoli di cielo e arie straniere che mi piacerebbe respirare. Mi immagino con una valigia vecchio stile, di quelle di pelle marrone senza ruote e un po' logorate, una guida turistica in mano e la macchina fotografica appesa al collo come una collana da non togliere mai; viaggio con la mente sperando che un giorno non troppo lontano le mie tasche possano riempirsi un po' di più e permettermi di prenotare un VERO volo da sogno (e non solo sognato!) su Edreams!
Al momento le mie mete immaginarie sono:
TOKYO e il GIAPPONE in generale, una città, un paese che sento di amare e che credo mi lascerebbe incantata ed esterrefatta se mai lo visitassi...Un altro mondo fatto di mille luci, colori, odori e sapori, di stile diverso, di futuristica esagerazione ma anche di lenta e mistica classicità. Forse perché ho visto e rivisto Lost in Translation, forse perché mi piacciono tanto le donne orientali, i loro capelli e la loro pelle, forse perché sono cresciuta con i cartoni animati giapponesi in cui si mangiava il riso bianco in ciotoline di legno su tavolinetti bassi, ad ogni modo mi sento infinatamente attratta da questa cultura e metto Tokyo tra i miei sogni geografici principali...

Night view from Westin Tokyophoto © 2007 Joi Ito | more info (via: Wylio)
Alice Park es Gogophoto © 2009 Tetsu Espósito | more info (via: Wylio)
Tokyo!photo © 2010 Vincent van der Pas | more info (via: Wylio)
photo © 2010 UggBoy UggGirl | more info (via: Wylio)
Lotus in Tokyo 1photo © 2008 Tomoyuki Kawashima | more info (via: Wylio)

...E LONDRA, una città che mi ha sempre affascinato, forse perché ho letto e respirato con passione i romanzi di Charles Dickens, o perché adoro il tè e l'idea rituale di prenderlo ogni giorno alle 5, o perché è un regno, un reame e ciò evoca in me scenari fiabeschi ed eleganti, o perché ci sono mercatini leggendari dove esplorare e comprare a poche sterline, o forse perché lì sembra tutto possibile e innovativo...Comunque sia ho intenzione di visitarla a breve!

London busphoto © 2008 E01 | more info (via: Wylio)


London's Bestphoto © 2007 Dimitry B. | more info (via: Wylio)


photo © 2006 Annie Mole | more info (via: Wylio)


The oldest London brick terracephoto © 2005 Fin Fahey | more info (via: Wylio)

Notting Hillphoto © 2010 Lorena a.k.a. Loretahur | more info (via: Wylio)

Commenti

  1. Che voglia di viaggi ç___ç sigh!
    (anche se per il momento li vedo mooolto lontani!)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il mio parere su Ted

WOODY ALLENamento: 2. Il dittatore dello stato libero di Bananas

I Love Books: 146. La pietra di luna

People I Hate: 2. Barbara D'urso

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

Serie tv Netflix: 2. The OA