L'apocalisse di Dexter?


Un'altra serie eccezionale che perde colpi e smalto fino a diventare noiosa. Già, perché la sesta stagione di Dexter, almeno per le 5 puntate che ho visto, ha dei buchi di sceneggiatura grandi quanto crateri vulcanici e riempiti con materiale poco caldo e coinvolgente, con roba insulsa e, - cosa assurda per una serie adrenalinica e tesa come Dexter -, annoiante.
La serie di omicidi principali che attraversa questa stagione è quanto di più visto e già sentito al cinema e in tv: la matrice biblico-apocalittica dei crimini, con il classico fanatico ipercristianizzato e il discepolo succube che vogliono svelare al mondo la perdizione dell'uomo, l'avrò vista mille volte e non mi convince più.
La corrispondenza di ogni delitto ad un versetto della Bibbia è ormai un cliché, uno stilema usato fino alla nausea, che poteva risultare geniale ai tempi di Seven ma che oggi sembra solo roba vecchia, un rottame di sceneggiatura riciclata.
Che fine hanno fatto l'originalità, i risvolti spiazzanti, i colpi di scena al cardiopalma, le sceneggiature di qualità e di pienezza che hanno fatto di Dexter, a parte qualche stagione un po' più debole, un capolavoro di serie tv?
E' anche vero che Dexter ha avuto spesso una qualità altalenante, con picchi di perfezione (per me la 1^ in assoluto, la 4^ e la 5^ stagione) e rovinose cadute in basso (la 2^ stagione più di tutte), ma ciò può capitare anche ai migliori e la media di Dexter rimaneva comunque alta.
Adesso però ci aggiriamo nel terreno fisiologico della stanchezza, degli sgoccioli, del tutto-è-stato-già-detto-fatto-inventato, e allora ci sono momenti vuoti con dialoghi lenti che potrebbero essere risolti in due battute come quelli tra Dexter e il pio brother Sam (il rapper Mos Def), una specie di pastore delle anime ex galeotto, trovate riempitive pseudo-toccanti come l'appendicite improvvisa del piccolo Harrison o momenti di pura inutilità come il dialogo di Debra (oberata dalle responsabilità in quanto nuovo capo del dipartimento) con la psicologa in seguito al quale decide di prendere una casa in affitto...Wow, che trovate spiazzanti...
Una novità dalle buone potenzialità potrebbe essere il nuovo arrivato, il detective Mike Anderson (Billy Brown): chissà che non diventi un nuovo stana-sgama-Dexter!
Vedremo come andrà nelle prossime puntate, magari ci sarà un'impennata inattesa. Lo spero, ma per quello che ho visto finora il passeggero oscuro ha dimenticato come si viaggia e Dexter ha dimenticato come si affascina e ipnotizza il pubblico.

i due psicopatici killer religiosi protagonisti della stagione
Brother Sam (che verrà presto accoppato)
Debra con Mike Anderson, nuovo detective della squadra su cui punto tutto!

Commenti

  1. Gli spunti ci sono, dalla promozione di Deb al ruolo di Brother Sam, ma anche per me, fino ad ora, questa resta la stagione più fiacca dopo la seconda - ancora la peggiore, a mio parere -.
    Speriamo che schiaccino sull'acceleratore a breve!

    RispondiElimina
  2. Si, davvero molto fiacca. Speriamo non raggiunga il primato negativo della seconda stagione e che ci sia un qualcosa che, a sorpresa, possa farla risalire di livello.

    RispondiElimina
  3. Marghe, ho appena visto il nuovo episodio.
    E neanche a farlo apposta, mi pare che il cambio di marcia ci sia stato, eccome.

    RispondiElimina
  4. Bene :D
    Io ancora devo vedere la 6^ puntata ma già la 5^ con quel colpo di scena (e di pistola!) finale riguardante Brother Sam potrebbe essere un buon cambio di marcia!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il mio parere su Flight

I Love Books: 146. La pietra di luna

2 libri (+ 1 serie tv) per le vacanze estive

La Donna della Domenica: 4. Natalie Portman

I Love Books: 71. Sonata a Kreutzer

Serie tv Netflix: 2. The OA